Destinazioni Idee di viaggio Confronta Hotel Voli Vacanze Crociere
Vacanze In Auto - Articolo
Altre Risorse

Idee per i Ponti di Primavera: tre destinazioni in Italia

Pasqua, 25 Aprile e 1°Maggio: approfitta dei primi ponti per partire, scegli tra le tre destinazioni italiane scelte per te da PaesiOnLine

Sorrento

Con l’inverno alle spalle, il primo ponte di Primavera "su cui salire" è quello di Pasqua (17-18 Aprile) seguito a ruota da quello del 25 Aprile e del 1°Maggio. Ottima occasione per visitare la nostra beneamata Italia.


PaesiOnLine ha selezionato per voi 3 destinazioni da Nord a Sud:

Liguria: Camogli, San Fruttuoso e Portofino

Tre gemme incastonate lungo la Riviera ligure, non lontane l’una dall’altra, perfette destinazioni da incontrare durante uno dei ponti di Primavera.
Se si punta subito verso Camogli, da segnalare l'incantevole Locanda “I tre merli”, che si affaccia proprio sul porticciolo.
Camogli è un caratteristico borgo di antiche tradizioni marinare, affacciato sul Golfo Paradiso. Passeggiata tra le sue viuzze, nell’antico nucleo medievale, con case serrate l’una all’altra, dalle facciate colorate e prospicienti il porticciolo, meta di attracco di pescherecci, barche e gozzi.
All’indomani, battello di linea per vivere tutta la giornata tra San Fruttuoso (raggiungibile solo via mare e a piedi attraverso dei sentierini) e Portofino, per apprezzare qui il tramonto.
San Fruttuoso è una piccola baia in cui si trova un’Abbazia dell'anno mille, restaurata dal FAI che ne cura il mantenimento. Prima di arrivare alla baia, dall’alto del battello si scorge la statua sommersa del Cristo degli Abissi, un simbolo per tutti i subacquei e una delle immersioni più famose del mondo.
Mezz’ora di navigazione e si arriva a Portofino, antico e celebre borgo marinaro e porto naturale situato nel mezzo di una profonda insenatura dell'omonimo capo. Il piccolo porto ospita lussuose imbarcazioni dei vip.

 

Portofino

 

Umbria / Toscana: Lago Trasimeno, Isola Polvese, Castello di Magione, Panicale, Cortona, Castiglion del Lago

Spostiamoci per un altro itinerario primaverile nel Centro Italia, proprio al confine tra Umbria e Toscana, nei dintorni del Lago Trasimeno. Raggiunto in macchina San Feliciano, ci si imbarca con il traghetto per l’Isola Polvese, oasi naturale, dove è possibile passeggiare percorrendo vari itinerari e raggiungere i resti di un antico castello. Sull’isola un ristorante consente di assaggiare le prelibatezze umbre.
Sulla riva del Lago si trova l’antico borgo di Magione con il Castello, residenza estiva del Gran Maestro dell’Ordine di Malta. Su prenotazione sono previste visite guidate di un'ora e mezza con degustazione finale di prodotti agricoli locali (chiuso di domenica).
A circa 30 Km. da Magione, costeggiando il Lago Trasimeno, si profila il borgo medievale di Panicale, da notare la bella piazza, le viuzze e la Chiesa arroccata di San Sebastiano, dimora di un Perugino (Il martirio di San Sebastiano), di un affresco attribuito prima al Perugino e oggi a Raffaello (già allievo del Perugino), e di un codice con una illustrazione del Perugino (firmata).
Dirigendoci verso Nord, sempre lungo la costa del Lago Trasimeno, ecco Castiglione del Lago e il suo percorso museale che consente di vedere il Palazzo della Corgna (affrescato con le gesta del Duca Ascanio della Corgna) e la Fortezza Medievale della Rocca del Leone, a pianta pentagonale che rimanda alla forma dell’analoga costellazione stellare e rappresenta il simbolo mistico della perfezione.
Spingendoci ancora con la macchina verso Nord, a circa 30 chilometri, si oltrepassa il confine con la Toscana. Subito dopo si può ammirare la splendida cittadina di Cortona: piazza della Repubblica (Palazzo Comunale), piazza Signorelli (Palazzo Casali) e passeggiata per via Nazionale. Con maggior calma è possibile visitare anche chiese e musei, ma è molto gradevole anche solo inerpicarsi lungo le ripide stradine del paese.

 

CastiglioneLago

 

Campania: Ercolano, Pompei e Sorrento

Spostiamoci al Sud, per un altro itinerario di Primavera, all’insegna della cultura ma anche del dolce vivere. In base al luogo di partenza, potete utilizzare la macchina per tutto il percorso, oppure volare fino a Capodichino e noleggiare un’auto all’aeroporto di Napoli

Per raggiungere in macchina il sito archeologico di Ercolano, bisogna percorrere l'A3 che è la Napoli-Salerno, e uscire al casello di Ercolano. Gli orari della biglietteria dal 1 aprile al 31 ottobre sono 9.00 - 19.30 (ultimo ingresso 18.00) e sono uguali per entrambi i siti archeologici. Ricordiamo che sono chiusi il 1 maggio. L'antica Herculaneum fu distrutta nel 79 d.C. dalla stessa eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei. L’area archeologica di Ercolano è visitabile in circa due ore. All’indomani, si può dedicare l’intera giornata al sito archeologico di Pompei, dalla superficie ben più estesa. Dopo questo fantastico viaggio a ritroso nel tempo, non resta che rilassarsi e godersi un bel tramonto spostandoci verso Sorrento, una delle mete turistiche più affascinanti da visitare, e città degli agrumi. Infatti, tra i prodotti tipici da gustare c’è il sorbetto al Limoncello. Tra le cose da vedere: la chiesa di San Francesco d'Assisi, con il suo piccolo chiostro trecentesco, e la Basilica di Sant'Antonino, nota per il suo presepe settecentesco. Di particolareinteresse è il Museo della Tarsia Lignea nel Palazzo Pomarici Santomasi, costruito nel '700 e restaurato nel 1999.

 

Sorrento11